Nuclear Forever

Regia di Carsten Rau

Nuclear Forever

Come gestire l’eredità del nucleare: un dilemma globale tuttora irrisolto

La Germania si prefigge di abbandonare definitivamente entro il 2022 la produzione di energia dall’atomo. Ma la gestione dell’eredità del nucleare – la bonifica dei siti e lo stoccaggio delle scorie radioattive – è tuttora un problema irrisolto anche in Italia, uscita dal nucleare nel 1987. Poiché il rischio è troppo alto, la tecnologia è ingestibile. L’incubo nucleare incombe da decenni, con migliaia di tonnellate di scorie radioattive che non è chiaro come stoccare in sicurezza. Lo smantellamento delle centrali nucleari richiederà decenni, divorando miliardi di euro: 13 delle 27 nazioni dell’UE continuano a produrre energia dall’atomo. Nuclear Forever offre uno sguardo profondo e allarmante sull’incubo nucleare attraverso sei storie che si intrecciano, analizzando i tentativi di concepire e realizzare un deposito finale, che dovrebbe durare un milione di anni e resistere alle prossime ere glaciali. Il film si addentra inoltre nel cuore dell’industria atomica in Francia, che produce due terzi dell’energia elettrica con impianti nucleari e ridicolizza la scelta tedesca, difendendo a oltranza la produzione di energia elettrica dall’atomo. 

Nuclear Forever

Anno di uscita: 2020
Regia di Carsten Rau
Genere Documentario
Durata 94 minuti
Paese Germania