Locandina d’autore

In questa pagina sono raccolte tutte le locandine del RIFF. Dal 2019 abbiamo dato inizio al progetto "Locandina d'Autore" con l’obiettivo di coinvolgere ogni anno grandi firme dell'illustrazione, della fotografia, dell’arte e della grafica.

Edizione 2020

La locandina dell’edizione 2020 è firmata dall’illustre fotografo olandese Rohn Meijer.

«Essendo un fotografo, mi è piaciuta l’idea di realizzare un poster. – conclude -. Mi è stato chiesto di fare una cosa glamour per il RIFF e l’idea mi ha subito entusiasmato. Ho cercato nel mio archivio e ho tirato fuori questa immagine scattata a Parigi durante una sfilata di moda. Ho scelto questa foto, leggermente mossa, perché dà una sensazione di movimento. Lo stesso movimento che si può trovare nel “Rebel Independent Cinema” e soprattutto nel movimento sul red carpet.»

Rohn Meijer

Rohn Meijer è nato ad Amsterdam, in Olanda. Prima del suo settimo compleanno la sua famiglia emigrò a Los Angeles. All’età di 22 anni decise di tornare ad Amsterdam dove studiò ceramica all’Accademia Rietveld. È stato poi introdotto nel mondo della fotografia di moda dal fotografo Jan Francis. E a Milano lavora con Franco Moschino e nel tempo con molti altri clienti tra cui Neil Barrett, Phillip Plein, Diesel Black Gold e Les Hommes. Per anni è stato il fotografo di casa di DSquared.

Edizione 2019

La firma scelta per collaborare alla creazione dell’immagine del RIFF2019 è Stefano Biglia, celebre disegnatore dello storico fumetto Tex.

«Il Riviera International Film Festival – aggiunge Stefano Biglia – è una manifestazione che si è subito imposta per due peculiarità: la vocazione internazionale e il focus sui giovani. La locandina che andrò a disegnare giocherà molto su questo, in un ambiente tipico ligure: acceso, vivace e molto legato alla natura».

Stefano Biglia

Nel 1989 frequenta la Scuola chiavarese del fumetto. Nel 1994 è approda alla Sergio Bonelli Editore dove disegna La ballata di Zeke Colter, avventura di Tex che Biglia disegna insieme a Calegari e Luigi Copello. Dopo questa esperienza, entra nel team di disegnatori di Nick Raider e dopo tre storie disegnate con Copello, realizza anche un numero in solitaria pubblicato nel 1998.

Edizione 2018

Edizione 2017