Meat The Future

Regia di Liz Marshall

Meat The Future

La prossima rivoluzione agricola sta arrivando nel tuo piatto.

La carne prodotta in laboratorio senza macellazione animale cambierà il modo in cui pensiamo al cibo. L’allevamento di animali occupa quasi la metà della superficie terrestre e produce più gas serra di tutto il traffico veicolare del globo. Si stima che il consumo di carne possa raddoppiare entro il 2050, e questo sta sollecitando la ricerca di soluzioni meno impattanti per il pianeta. Meat the Future sviluppa il tema della “carne coltivata”, una branca della scienza alimentare che, partendo da cellule animali, coltiva in ambiente controllato carne vera senza rischio di malattie e infezioni. Un’inquietante rivoluzione nella produzione di carne, senza allevamenti e macellazione. In prima linea su questa nuova e attualissima frontiera c’è lil cardiologo Uma Valeti, co-fondatore di Memphis Meats, una delle principali start-up del settore. Un chilo di carne coltivata nel 2016 costava 40mila dollari, e nel 2017 il costo si era già dimezzato. l film segue per tre anni Uma Valeti, mentre il costo di produzione della carne coltivata continua a scendere e i consumatori guardano con crescente curiosità la nascita di questo settore.

Meat The Future

Anno di uscita: 2020
Regia di Liz Marshall
Genere Documentario
Durata 90 minuti
Paese Canada